Voce solista, compositrice, arrangiatrice e ispiratrice del LabGraal, Rosalba Nattero è ricercatrice, oltre che interprete, di musica dell’antico folklore popolare.
Da sempre appassionata alle tradizioni celtiche, è autrice di numerosi testi e articoli di mitologia e simbologia dei Celti. E’ giornalista e conduttrice radiofonica. 
La sua formazione musicale è avvenuta a contatto con i luoghi che maggiormente l'hanno ispirata in campo artistico: Scozia, Irlanda, Bretagna, suonando nei Ceilidh irlandesi e scozzesi e nei Fest-Noz bretoni insieme a musicisti del posto.
L’incontro con Giancarlo Barbadoro e il comune interesse per il mito del Graal è determinante per la fondazione del suo gruppo, il LabGraal, avvenuta a Londra nel 1986. La collaborazione con Giancarlo Barbadoro e gli altri componenti la porta a girare per il mondo a contatto con le culture tribali del pianeta, dove attinge per la sua ricerca musicale e dove si forma musicalmente con musicisti e gruppi di varie etnie.
Autrice di vari testi sul celtismo e le culture dei Nativi, ha scritto fra gli altri "Il segreto del Graal" (Ed. Keltia) e "L'Australia che non c'è" (Ed. Triskel). Insieme a Giancarlo Barbadoro è autrice di "Il mistero delle Rune" (Ed. Keltia) e "I Popoli naturali e l'Ecospiritualità" (Ed. Triskel), testo che ha ottenuto l'incoraggiamento delle Nazioni Unite ed è stato tradotto in varie lingue e presentato in convegni mondiali.
L’impegno umanitario di Rosalba Nattero nei confronti delle fasce deboli la porta a realizzare insieme al LabGraal numerose iniziative di solidarietà rivolte alla difesa dei Popoli indigeni, all'aiuto ai disabili, alle iniziative per la Pace, e soprattutto alla difesa dei diritti degli animali, tema che porta avanti con passione. Ha fondato "SOS Gaia", una iniziativa di volontariato in difesa dei diritti degli animali, che fa parte della Consulta delle associazioni animaliste della Città di Torino.
Impegnata attivamente nella difesa di Mount Graham, la montagna sacra degli Apache San Carlos, partecipa alla Commissione per i Diritti Umani all’ONU di Ginevra e realizza insieme al musicista pellerossa Daniel Zapata un cd singolo a favore della Apache Survival Coalition di cui Rosalba Nattero è portavoce.
Con il musicista aborigeno australiano Jida Murray-Gulpilil Rosalba Nattero inizia in Australia nel 2005 una proficua collaborazione musicale e culturale che sfocia nell'album Dreaming e in una serie di iniziative per la difesa delle tradizioni aborigene.
Insieme a Giancarlo Barbadoro collabora attivamente con l'associazione bretone "Menhirs Libres" per la tutela dell'antico luogo megalitico di Carnac.
Con gli altri membri del gruppo, si reca periodicamente nei paesi celtici che ispirano la sua ricerca, dove, attraverso il contatto con le tradizioni locali, trae continui spunti per nuovi percorsi musicali.
Rosalba Nattero insieme al suo gruppo e ad altri artisti (musicisti, registi, poeti, pittori) è anche promotrice di un nuovo movimento culturale denominato "Nel Segno del Graal" che ha come obiettivo la riscoperta e la salvaguardia delle tradizioni celtiche.
Il suo impegno è rivolto anche al teatro, ambito in cui, in collaborazione con il regista Stefano Milla, Rosalba Nattero e il suo gruppo realizzano spettacoli musicali-teatrali ispirati alle grandi saghe celtice. 
Sempre sotto la regia di Stefano Milla, Rosalba Nattero è la protagonista femminile del film "Shan, il cuore antico dei Popoli naturali", un lungometraggio destinato alle sale nazionali ed estere.
Dalle sue ricerche sulle tradizioni celtiche prendono vita il gruppo di danza Triskel e il Cercle Celtique di Torino, iniziative che lavorano a una riscoperta delle antiche musiche, danze e tradizioni popolari di Bretagna, Scozia, Irlanda e del Piemonte. 
Insieme agli altri membri del LabGraal fonda a Torino il Garage di Arte e Cultura, un laboratorio creativo dove musica, danza, teatro, poesia si incontrano per dare voce alle tematiche del mondo dell'ecospiritualità.

Official Site: www.rosalbanattero.net