Giancarlo Barbadoro, poeta e compositore, esprime con il flauto e le tastiere antichi suoni ispirati alle atmosfere intimiste della musica dei Celti.
Musicista, poeta, giornalista e scrittore, ha pubblicato varie raccolte di poesie e partecipa a recitals insieme a poeti internazionali.
Da sempre ricercatore nell’ambito delle tradizioni dei Popoli naturali del pianeta, riversa le sue esperienze in campo artistico attraverso la musica, la poesia , la pittura. La sua formazione musicale avviene a contatto con le tradizioni del nord Europa e dei Nativi americani, nel corso dei suoi frequenti viaggi in Bretagna e nei contatti con le culture delle nazioni indiane. L'incontro con l’aspetto intimista di queste tradizioni lo porta a sviluppare un suo personalissimo stile musicale che trasmette tutta la poesia del silenzio interiore.
Ha pubblicato come solista l’album “The Green Path” e insieme a Rosalba Nattero ha realizzato in Arizona l’album “Katchina” ispirato alle musiche dei Nativi americani del sud-ovest.
Suonando con musicisti provenienti dalle tradizioni Hopi e druidiche Giancarlo Barbadoro acquisisce un’esperienza musicale intimista rivolta al contatto con la natura. Saggista, autore di numerosi testi relativi ai temi della cultura celtica e dei Popoli nativi del pianeta, insieme a Rosalba Nattero ha pubblicato, tra gli altri, il libro “Il mistero delle Rune” e il testo “I Popoli naturali e l’Ecospiritualità” che ha ricevuto l’incoraggiamento dell’ONU, Alto Commissariato per i Diritti Umani. E’ presidente della Ecospirituality Foundation, una Onlus in stato consultativo con le Nazioni Unite, che lavora alla salvaguardia dei luoghi sacri e delle tradizioni dei Popoli naturali.
Insieme con Rosalba Nattero è rappresentante di cinque organizzazioni indigene di diversi continenti.
Dalla collaborazione con Rosalba Nattero è scaturita una ricerca sulle arcaiche origini del mito del Graal e sulle origini celtiche del Piemonte, che divulga a mezzo di convegni, conferenze e seminari presso scuole, università ed enti pubblici.
In Australia nel 2005 è stato l'ospite principale del convegno "Il mito del Graal in Piemonte", organizzato a Sydney insieme con professori dell'Università di Sydney. Giancarlo Barbadoro partecipa al LabGraal nella doppia veste di flautista e di poeta, inserendo nei concerti interventi poetici e suggestioni raccolte nell’aspetto più intimo della musica celtica, rappresentato dalle sue radici ancestrali.

Official Site: www.giancarlobarbadoro.net